Road

MA DAVVERO ESISTONO LUOGHI COSì?

10 posti nel mondo che vorrei vedere prima di morire…

L’ho ammetto, il sottotitolo che ho scelto per questo articolo è abbastanza inquietante. Ma capita solo a me di perdere ore davanti ai video su youtube che elencano immagini mozzafiato di posti sconvolgenti? O rimanere incantati da certe foto incredibili sotto hashtag come #best_worldplaces o #bestworldpic?

Bhe se tra di voi c’è qualcuno come me, che oltre ad essere un amante del viaggiare ovunque nel mondo, è anche un ammiratore del mondo, un fan oserei dire, del nostro incantevole pianeta…allora si può unire a me nella “perdita di tempo” su internet, a guardare e riguardare foto di posti che ti lasciano a bocca aperta e ti fanno esclamare:” Ma davvero esiste un luogo cosi?”

Potrei definire questa mia visione per questo tipo di foto, una sorta di hobby: dunque mi pare un motivo abbastanza plausibile per dedicarci un articolo sul mio blog.

Non sono luoghi che ho visitato ( purtroppo!!!!!!!!!!!), le immagini perciò non sono mie ma sono state prese da Google nella maggior parte dei casi.

Inoltre vorrei specificare che alcuni di tali luoghi, che ho scelto da un elenco infinito – mio personale- di nomi che avevo a disposizione tra i luoghi incredibili che vorrei vedere almeno una volta nella vita, hanno non solo la caratteristica della bellezza, ma sono celati anche da qualcosa di misterioso, di veramente strano; sono posti vicini e lontani nel mondo, eh si anche vicini, perchè anche l’Italia è abbastanza fornita di luoghi misteriosi!

Lascerò questo articolo per me come una sorta di To Do List, e speriamo di spuntare qualche casella al più presto!

1) Ocean Atlas

Sfido chiunque a non voler immergersi in queste acque delle Bahamas per ammirare la statua più grande al mondo installata sotto la superficie.
Alta 6 metri, l’autore Jason de Caires Taylor voleva raffigurare una donna che sosteneva il peso del mare.

La cosa più importante da dire su quest’opera stupenda è che lo scultore ha usato materiali ecosostenibili e quindi ,come una barriera naturale, potrà anche ricreare i coralli e altre specie marine.

2) La mano nel deserto di Atacama

Ancora sculture e opere d’arte nella mia classifica. Si perché il Cile, come tutto il Sud America, è una delle zone che mi piacerebbe un giorno visitare on the road. Allora perché non fermarsi a guardare quest’opera che sembra proiettarci in un futuro post apocalittico, dove una nuova terra ha ormai sotterrato il mondo e questa mano, che spunta così dal nulla, sembra ricordarci del vecchio pianeta sul quale abitavamo.

In realtà questa scultura alta ben 11 metri, il cui vero nome è “Mano del Desierto”, è stata creata dall’artista cileno Mario Irarrázabal in onore delle vittime di ingiustizie e torture durante il regime militare in Cile.

3) Viale dei Baobab in Madagascar

Come quando capiti in un caratteristico viale di cipressi in Toscana, in Madagascar non puoi perderti il Viale dei Baobab! Il baobab è un albero incredibile, può vivere oltre 500 anni, alto, imponente, massiccio, coi rami irregolari…molto particolare ed è difficilissimo trovarli tutti insieme. Quindi è un caso raro e va assolutamente fatta una foto su questo percorso, durante un viaggio da sogno in Madagascar.

4) Lago di Resia in val Venosta

Senza allontanarci troppo, senza dover fare un volo di 12 ore… nella zona turistica della Val Venosta in Alto Adige, esiste un campanile che spunta dall’acqua. Affascinante e misterioso, dove oggi sorge il lago, fino al 1950 circa, vi era un paese, Curon Venosta e una gran parte di Resia, che vennero completamente sommersi dalle acque di tre laghi, uniti in un unico grande bacino artificiale: il Lago di Resia.
Il campanile della chiesa , il punto più alto del paese, rimane fuori dalla superficie, come a voler dire :” ricordatevi che qui c’eravamo noi!”. Incredibile e suggestivo.

https://www.getyourguide.it/-l522/?cmp=ga&campaign_id=2045110451&adgroup_id=72727212659&target_id=kwd-306797508899&loc_physical_ms=1008224&match_type=b&ad_id=358121224782&keyword=%2Bcome%20%2Bvisitare%20%2Bstonehenge&ad_position=1t1&feed_item_id=&placement=&partner_id=CD951&gclid=CjwKCAjw-ITqBRB7EiwAZ1c5UxpzaAZ7tLuzUsuDSUserFpxQCBzyhwR691H27fyEdJzt4UBmJLDtBoC7c0QAvD_BwE

Ma a tal proposito non posso nominarvi Vagli, in provincia di Lucca, dove si trova un paese sommerso. Non emerge nulla dall’acqua che lo ricopre, come accade per il Lago di Resia ma, il mistero che lo avvolge, sta nel fatto che ogni 10 anni svuotano il bacino e il paese riemerge completamente. Anche qui, un’importante costruzione idrica ha dovuto riempire la vallata che ospitava il paese di Fabbriche di Careggine, nel 1946, un borgo di fabbri che venne fatto evacuare e trasferito sul promontorio del lago, nel nuovo paese di Vagli di Sotto. L’ antico borgo è visibile solo quando il bacino viene completamente svuotato, ogni 10 anni, anche se dall’ultima volta sono passati più di 20 anni per vari motivi.
Stay tuned allora per correre a fotografare il paese quando riemergerà!

5) Stonehenge, Regno Unito

Ovviamente Stonehenge non poteva non esserci tra i luoghi più fascinosi del mondo che vorrei vedere. Infatti è uno dei monunenti più vecchi e meglio conservati dell’era preistorica e non sappiamo ancora chi l’abbia costruito o perché…

Fa parte della lista dei patrimoni mondiali dell’umanità che rientrano sotto la protezione dell’Unesco, ed è in effetti una delle attrazioni più celebri e più importanti di tutto il Regno Unito

https://www.getyourguide.it/-l522/?cmp=ga&campaign_id=2045110451&adgroup_id=72727212659&target_id=kwd-306797508899&loc_physical_ms=1008224&match_type=b&ad_id=358121224782&keyword=%2Bcome%20%2Bvisitare%20%2Bstonehenge&ad_position=1t1&feed_item_id=&placement=&partner_id=CD951&gclid=CjwKCAjw-ITqBRB7EiwAZ1c5UxpzaAZ7tLuzUsuDSUserFpxQCBzyhwR691H27fyEdJzt4UBmJLDtBoC7c0QAvD_BwE

6) Kunming in Cina

Se vai a Kunming, capoluogo moderno e snodo viario della provincia dello Yunnan nella Cina Meridionale, potrai ammirare la foresta di pietra con la sorgente termale, laghi bellissimi come il Dian Lake e il Green Lake, il tempio buddista, ma anche un curioso villaggio dove vivono solo persone affette da nanismo.
Stanchi di essere discriminati e derisi, un centinaio di persone nane ha fondato questo villaggio con tanto di polizia e vigili del fuoco. Fin qui direte:” bello si, carino ma cosa c’è di tanto speciale?”. Gli abitanti del villaggio hanno costruito le case con una caratteristica forma a fungo e si vestono in modo che sembrano appena usciti dalle fiabe. Questo posto attira sempre più turisti proprio per la sua caratteristica fiabesca.

7) Torre al contrario in Portogallo

Rimanendo in tema fiabe, se ti trovi a Lisbona e vuoi uscire appena fuori dalla città, Sintra è davvero un paese romantico e fiabesco . Ideale da visitare in un giorno, qui trovate infatti come caratteristiche tanti castelli colorati e principeschi.

Infatti incastonato nella roccia, quasi a ricordare la muraglia cinese, troviamo il Castello do Mouros, con le sue scalinate e torri o Palazzo da Pena, che a vederlo sembra proprio venuto fuori dalle pagine di una fiaba d’altri tempi.

Ma soprattutto Palacio de Regaleira, circondata da una folta vegetazione, è Patrimonio dell’Umanità (UNESCO). La tenuta, con i suoi palazzi enigmatici, si pensa nasconda simboli legati all’alchimia, massoneria, Cavalieri Templari e i Rosacroce. I giardini sono ricchi di fontane, grotte, statue e laghetti, collegati da una serie di gallerie sotterranee.

Ma un luogo davvero davvero strano è la Torre al Contrario, una torre che sprofonda nel terreno fino a 30 metri, simboleggiando la discesa agli inferi attraverso i gironi danteschi.

8) Giardini perduti di Heligan in Cornovaglia

Qui c’è poco da dire, le immagini parlano da sole:

Heligan, dimora della famiglia Tremayne per oltre 400 anni, furono giardini curati e mantenuti con parsimonia.
Siamo in Cornovaglia, questo luogo ha ben 500 anni di storia, ma la Prima guerra mondiale però, si portò via molti dei giardinieri che se ne occupavano e la tenuta cadde in rovina. 
Dopo decenni di abbandono e il devastante uragano del 1990, i Giardini di Heligan stavano quasi per sparire per sempre, invece destino volle che, durante un sopralluogo degli attuali proprietari discendenti dei Tremayne, scoprirono una minuscola stanza verde, sepolta sotto i calcinacci caduti da un angolo di uno dei giardini recintati, e scavando sotto le macerie venne svelato il segreto.
Una scritta incisa sulle mura di pietra diceva: “Non venite qui per dormire o riposare”, datata agosto 1914, con l’elenco dei nomi di chi ci aveva lavorato.
Venne organizzata così una grande squadra di lavoro con un progetto di restauro che è durato diversi anni, che è riuscito a liberare dai rovi di rampicanti e di edera, gli alberi secolari.
Sono emersi antichi pascoli, boschi, orti, corsi d’acqua, stagni e laghetti, sculture, ora sembrano prendere vita insieme agli animali selvatici che li popolano.

Suggestivo e assolutamente da non perdere se capiti da quelle parti.

Ancora una volta in Italia non siamo da meno. Due giardini, dalle magnifiche e bizzarre caratteristiche, non possono non essere visitati da chi ama il fascino e il mistero di luoghi così, come me.

Il Giardino dei Tarocchi e il Parco dei Mostri…

..il primo a Grosseto e il secondo a Viterbo. Unici nel loro genere…

http://ilgiardinodeitarocchi.it/

http://www.bomarzo.net/

9) Lago Hiller Australia

Il mistero del Lago Rosa, unico al mondo e sito in Australia.

Fu scoperto nel 1802 e da allora in tanti hanno tentato di scoprire il segreto di Lake Hillier. Il colore dell’acqua infatti è permanente e rimane tale anche quando viene travasato in un contenitore.

Gli studi poi hanno dimostrato che la colorazione rosa sarebbe dovuta alla presenza della Dunaliella salina, un’alga ricca di carotenoidi che presenta un colore rosso acceso. La correlazione fra l’alga e la tonalità dell’acqua però non è stata mai confermata. Secondo alcuni esperti la nuance rosa sarebbe da imputare alla presenza di sale nel lago australiano e al proliferare di alcuni batteri.

10) New Golden Bridge vietnamita

Il pezzo forte l’ho lasciato per ultimo: il famoso e unico ponte tenuto da due mani giganti.

Nei pressi di Da Nang in Vietnam, sospeso ad un’altezza di 1.400 metri sul livello del mare e lungo per oltre 150 metri, emerge questo ponte sorretto da due mani che sembrano usurate dal tempo, come se fossero state costruite secoli fa.
I visitatori possono passeggiarci sopra, attraversando siepi di crisantemi viola.

Per incrementare il turismo nell’area di Da Nang, nel cuore del paese, il governo ha finanziato la costruzione di questa struttura dall’architettura davvero insolita: infatti oggi l’area ospita una serie di attrazioni tra cui delle montagne russe e, stando a quanto accertato dal Guinness World Records, la più lunga funivia a tratta unica del mondo.

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *