Foliage Abruzzo: il bosco di Lama Bianca e altri luoghi dove vivere l'autunno in Abruzzo
Abruzzo da scoprire

Foliage Abruzzo: il bosco di Lama Bianca e altri luoghi dove vivere l’autunno in Abruzzo

Foliage Abruzzo? Noi abbiamo scelto il sentiero lungo la faggeta di Lama Bianca nel Parco nazionale della Majella, è quello che abbiamo scelto noi, per trascorrere un pomeriggio ( a dir poco sublime e romantico), alla ricerca di ispirazione autunnale e tanti colori della stagione.

E devo dire che non potevamo fare scelta migliore!

Leggi anche: Foliage in Italia: ecco dove vederlo, con particolare attenzione all’Abruzzo

Destinazione Foliage Abruzzo? Riserva Naturale di Lama Bianca

Un posto incredibile, ti verrò voglia di scattare una foto ogni due secondi, qui è davvero dove l’autunno è più generoso, nella Riserva Naturale di Lama Bianca.

E oltre a passeggiate scricchiolanti nel bosco, relax, tranquillità e pace, il bosco di Lama Bianca, ha la fortuna di trovarsi in un cunicolo di luoghi magnifici da visitare, borghi tra i più belli d’Abruzzo, terme ed escursioni.

Autunno Abruzzo: Riserva Naturale di Lama Bianca.

Scegliere in autunno di fare un weekend in Abruzzo in questa zona, vorrà dire 0 noia, mille avventure, lunghe passeggiate, tanta storia e cultura.

Si tratta di un’area naturale protetta, appartenente al comune di Sant’Eufemia a Maiella. Un territorio in grado di ospitare al suo interno una grande varietà di ambienti in quanto caratterizzato da un importante dislivello altimetrico.

Dove vedere il foliage in Abruzzo 

L’incredibile sentiero ad anello chiamato appunto Lama Bianca, è adatto anche a bambini e persone non vedenti, accompagnato addirittura dalla presenza di un Giardino Botanico.

Dopo o prima di una passeggiata del bosco, potrai sostare per pranzo o cena in due borghi vicini : il borgo di Sant’Eufemia a Majella e il borgo di Roccacaramanico.

Nel primo ( adesso il centro è chiuso al traffico per lavori, quindi da visitare interamente a piedi) non perderti la Chiesa di S. Bartolomeo, di impianto rinascimentale con il portale mediale in stile barocco, perditi tra le stradine strette del paese e immergiti nell’atmosfera suggestiva del posto.

Autunno Abruzzo: Riserva Naturale di Lama Bianca.

Nel secondo troviamo il Museo Etnografico Diana e Tamara, la Chiesa madre della Madonna delle Grazie e una bellissima terrazza panoramica dalla quale ammirare la Majella, qui potrai pranzare o fare un aperitivo a base di prodotti tipici e…c’è da leccarsi i baffi.

Siamo ad 1,20 h circa da Pescara

Per noi è stata letteralmente una giornata indimenticabile.

Foliage Abruzzo: Riserva Naturale di Lama Bianca.

Foliage Abruzzo: ecco altri luoghi da non perdere

Il foliage è una tra le più belle espressioni della natura. Avviene ogni anno in un periodo compreso tra la fine di Settembre e Novembre. Durante questo “spettacolo”, grazie alla differente temperatura tra il giorno e la notte, le foglie degli alberi iniziano a cambiare colore.

Tra le mete di escursioni autunnali suggerisco anche i tanti castagneti: se ne trovano nei pressi di Valle Castellana (Teramo), Crognaleto (Teramo), Cagnano Amiterno, Montereale, Ocre, Sante Marie (dove va in scena ogni anno la Cicloturistica della Castagna con tre percorsi), Carsoli, Tagliacozzo (L’Aquila).

In particolare, in località Morrice di Valle Castellana si trova uno dei castagni più grandi d’Italia, “il Piantone di Nardò”, 17 metri di circonferenza e un’età stimata intorno ai 500 anni. Piccoli castagneti si possono scoprire anche nel Piano delle Castagne, frazione di Roccamorice (Pescara).

Il bosco di Sant’ Antonio

Nel borgo di Pescocostanzo,un gioiello incastonato nel Parco Nazionale della Majella dal quale è possibile intraprendere strade e sentieri che conducono alla scoperta di storie di un tempo, qui monaci, briganti, pastori hanno fatt al storia del luogo.

Oggi merlettaie e abili artigiane ancora tramandano l’arte del tombolo, un patrimonio femminile elemento di forte identità.
Proprio a Pescocostanzo si può infatti visitare il Museo del Tombolo e il Museo dell’Artigianato Artistico, presso il Palazzo del Fanzago.

E poi puoi unire l’utile al dilettevole: a pochi minuti trovi il famoso Bosco di Sant’Antonio, tra le più belle faggete abruzzesi.
Riserva Naturale dal 1985, in autunno è meta ideale di tutti gli appassionati del fenomeno del foliage. Il sottobosco diventa un tappeto di foglie colorate, un vero spettacolo da non perdere.

Cosa non devi perderti?

Il Piatto del borgo: Tacconi con orapi, si tratta di una pasta fatta in casa comunemente conosciuta anche il nome di maltagliati (dal taglio impreciso della pasta) condita con una verdura selvatica tipica dell’Appenino Centrale

Per gli appuntamenti del periodo ricordati di visitare il sito abruzzoturismo.it: le camminate nelle faggete della Val Cervara a Villavallelonga (L’Aquila) e di Selva Moricento a Lecce dei Marsi (L’Aquila), due delle cinque faggete secolari abruzzesi riconosciute patrimonio mondiale Unesco; la passeggiata archeologica lungo la Valle di Amplero a Collelongo (L’Aquila); le escursioni alle pietre lisce di Pennadomo (Chieti); i mulini rupestri lungo la Valle del Foro a Pretoro (Chieti), i luoghi dannunziani di San Vito Chietino (Chieti).

Il bosco di Sant’Antonio, a Pescocostanzo, in Abruzzo è un luogo considerato anticamente come sacro e dedicato a Giove. Questo bosco, una delle più belle faggete d’Abruzzo, si estende per 17 ettari tra le dorsali del Monte Pizzalto e del Monte Rotella e regale un incredibile scenario di faggi secolari che spesso assumono forme bizzarre…

Leggi anche: Ferrovia Vigezzina Centovalli: il treno del foliage

Autunno Abruzzo: Riserva Naturale di Lama Bianca.

Perché viaggiare e muoversi in Autunno sarebbe l’ideale…7 motivi

Quando pensi all’autunno, probabilmente immagini maglioni accoglienti, prelibatezze alla zucca, fogliame meraviglioso e foglie croccanti sotto le scarpe. Ma lo sapevi che è anche la stagione perfetta per viaggiare?

Da meno gente e code ai musei, per i prezzi più bassi, festival incredibili e il miglior cibo stagionale, ecco 7 motivi per cui dovresti pensare di prenotare una vacanza autunnale, ovviamente ormai nel 2021.

  1. Il viaggio è più economico
  2. Ci sono meno folle
  3. Lo scenario è stupendo
  4. Il tempo è meraviglioso
  5. Ci sono così tanti fantastici festival…un esempio? l’Oktoberfest (da fine settembre a inizio ottobre), l’Albuquerque Balloon Fiesta (ottobre) Dia de los Muertos (dal 31 ottobre al 2 novembre) e Diwali (ottobre o novembre).Guy Fawkes Night il 5 novembre, con un enorme spettacolo pirotecnico per ricordare il 1605 Gunpowder Plot. E no no unn puoi dimenticare Halloween, celebrato in tutto il mondo dagli Stati Uniti all’Irlanda (dove si festeggia Samhain).
  6. Deliziosi piatti di stagione
  7. Avrai un’autentica esperienza di viaggio tranquillo e rilassante, senza caos e stress.

Leggi anche: Autunno 2020: ecco alcuni dei luoghi migliori per trascorrerlo in vigna

Foliage Abruzzo

Se l’articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social, e visita anche il profilo Instagram e la pagina Facebook.

Le foto dell’articolo sono state scattate ieri, domenica 25 Ottobre 2020 da mio marito.

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *