Lo sapevate che...?

La Leggenda del Pesce Lucente di Pescara

SantAndrea è il protettore dei pescatori, particolarmente venerato dalla comunità dei pescatori di Borgo Marino di Pescara.

Ogni anno, l’ultima domenica di luglio, viene organizzata una processione a mare per chiedere al Santo la benedizione e la propiziazione di abbondanti pescate per tutto l’anno.

I vecchi marinai di Castellamare Adriatico legano ancora questa caratteristica manifestazione ad un’antica leggenda.

Un vecchio e povero pescatore pescarese, tornando a casa una sera dopo una pescata tutt’altro che abbondante, incontrò un uomo che gli consegnò una borsa colma di denari pregandolo di conservarla.

L’uomo, tornato a casa, consegnò la borsa alla moglie che però la mattina dopo non la ritrovò nel posto dove l’aveva riposta.

La sera dopo il vecchio pescatore incontrò ancora lo strano personaggio che, di nuovo, gli consegnò un’altra borsa piena di soldi. Anche quest’ultima però fece la stessa fine della prima. La sera successiva, nuovo incontro con lo sconosciuto benefattore e scuse a non finire da parte del povero pescatore che per tutta risposta ebbe dallo strano signore il consiglio di uscire subito in mare.

Il consiglio fu seguito, ma quando furono tirate su le reti con la speranza di trovarle traboccanti di pesce, vi fu solo la delusione di trovarle vuote.Prima di ributtarle in acqua però, si vide apparire al centro della grossa rete un pesce enorme che spandeva una grande luce.

Il pescatore tornò a casa e appese il pesce lucente dinanzi alla sua porta.Durante la notte sopraggiunse una mareggiata ed i pescatori in mare riuscirono a guadagnare la riva con le loro imbarcazioni grazie alla luce sparsa del pesce a mo’ di faro.

Da allora i pescatori di Pescara ogni volta che ritornavano dalla pesca regalavano una certa quantità di denaro del pescato al vecchio marinaio in segno di gratitudine.

La processione di Sant’ Andrea, alla quale ogni anno partecipa tutta la marineria pescarese, si svolge in mare aperto fino all’altezza di Montesilvano e da quel punto fa rientro trionfalmente nel porto canale fra fuochi pirotecnici e suono di bande musicali.

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *