Abruzzo da scoprire

Un castello in Abruzzo costa meno di 100€

Raggiungendo il Castello di Rocca Scalegna

In Italia c’è la possibilità di affittare un intero castello per meno di 90 euro, ed é il castello medievale di Roccascalegna in Abruzzo. Citato anche nel mio ultimo articolo dedicato ai castelli abruzzesi su Scrittore in Viaggio.

Leggete il mio ultimo interessante Articolo su
Scrittore in Viaggio


Il Castello medievale di Roccascalegna in provincia di Chieti ha uno scenario davvero suggestivo: qui il tempo si è fermato. Sorge in un piccolo centro di 1200 anime, situato sulle colline che circondano il fiume Sangro probabilmente fondato dai Longobardi.

Il castello da fiaba è ancorato tra le rocce e, purtroppo, dal 1700 ha conosciuto tre secoli di abbandono.

È stato preda delle intemperie e dei saccheggi della popolazione locale, sino alla donazione al Comune di Roccascalegna, avvenuta nel 1985 da parte dell’ultima famiglia proprietaria, quella dei Croce Nanni.

Ma dal 1996 il castello è tornato agli antichi splendori e adesso il sindaco Domenico Giangiordano ha pensato una bella iniziativa per far conoscere questo scrigno magico.

Castello di Roccascalegna (Ch)

Bastioni ancorati alla roccia, le mura che seguono il precipizio, la torre che svetta in alto e domina il paesaggio: una meraviglia che non ha lasciato indifferente nemmeno la Cnn, che ha deciso di dedicare al piccolo centro di 1.200 anime un articolo per la sua rubrica Travel  o diventando il set del Racconto dei racconti, il film di Matteo Garrone del 2015.

In Italia c’è un vero castello, di quelli di cui si legge nelle fiabe, e affittarlo costa pochissimo.

“Si tratta di una piccola tassa perché il nostro obiettivo non è guadagnare denaro ma usare questo posto unico per dare un incentivo all’economica locale portando qui una clientela d’elite appassionata a luoghi unici”, dice il sindaco.

Soprattutto perché finora il borgo non è stata una meta turistica gettonata né dai turisti italiani men che meno da quelli stranieri: così il primo cittadino ha deciso di mettere in affitto le sale del castello recentemente ristrutturato per feste, matrimoni, cerimonie o qualsiasi altro evento privato a un prezzo bassissimo, meno di 90 euro.

Il sindaco Domenico Giangiordano ha puntato sulla promozione del castello nella speranza di attirare turismo e ripopolare il borgo: conosciuto anche come il “Castello del cielo”, per la sua particolare posizione quasi sospesa sulla rocca isolata, la costruzione offre 700 metri quadrati di spazio libero, una cappella per matrimoni, una torre per ospitare cocktail serali, ex prigioni e sale di tortura per cene a lume di candela e incontri aziendali.

“I faretti illuminano la salita, i gradini di pietra scoscesa e i giardini interni. I merli hanno balconi sporgenti in ferro, pavimenti in vetro e finestre a fessura che si affacciano su un canyon verdeggiante, uno sfondo idilliaco per le sessioni fotografiche al tramonto”, lo ha descritto Giangiordano alla Cnn.

E soprattutto la rocca non è raggiungibile in macchina ma solo a piedi, il che rende questo gioiello medievale ancora più esclusivo. Le auto sono parcheggiate all’ingresso del paese e gli ospiti devono salire su vecchi sentieri degli asini fatti di pietre grezze scavate nella roccia frastagliata della collina.

Inoltre leggende e storie di fantasmi lo rendono a mio avviso ancora più eccitante da visitare: la leggenda del barone Corvo de Corvis, che nel 1646 pretendeva di far valere la regola dello Ius Primae Noctis, che obbligava tutte le donne del paese a passare la prima notte di nozze con lui anziché con il consorte appena sposato.

Si narra che il marito legittimo dell’ultima sposa travestito con le sue vesti, salito alla rocca per la consumazione prevista, abbia invece accoltellato il barone e sembra inoltre che quest’ultimo, mentre moriva, abbia anche lasciato su una roccia l’impronta indelebile della sua mano insanguinata.

Infatti secondo la tradizione popolare, questa impronta che risultò ben visibile dopo i crolli del 1940, ricomparirebbe di continuo, nonostante sia stata lavata via numerose volte.

Infine vi aggiungo uno splendido articolo uscito un mese e mezzo fa su Roccascalegna su Repubblica:
https://video.repubblica.it/socialnews/edifici-surreali-in-italia-roccascalegna-il-castello-abruzzese-che-sembra-uscire-dalle-nuvole/353201/353770

Potrebbe piacerti...

2 commenti

  1. Federica dice:

    Il castello è molto suggestivo… io L ho visitato ma non sapevo che si potesse affittare anche per farne location di un matrimonio… sarebbe un idea originale! Anche per qualsiasi altro evento offre una magnifica atmosfera!

    1. Compleanni speciali ad esempio…i 40 anni magari! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *