Vacanze in Sicilia: dove andare? Ecco 3 idee
Travel Magazine

Vacanze in Sicilia: dove andare? Ecco 3 idee

La Sicilia è indubbiamente una delle regioni italiane che più di tutte alimentano il turismo.
Nel 2021 si sono registrate ben 10 milioni di presenze tra Catania e Palermo e gli arrivi sono palesemente aumentati rispetto a 2 anni fa.

Non si può escludere che i dati aumentino già nel prossimo futuro. Sono molteplici, infatti, le località che incontrano l’interesse e la curiosità dei visitatori, italiani e non.
In particolare, sarebbero Palermo, Taormina e l’insieme delle isole Eolie a godere di notevole affluenza, sia per le bellezze morfologiche sia per quelle culturali, senza dimenticare le chicche offerte dalla gastronomia locale.

Vacanze in Sicilia: cosa vedere e mangiare a Palermo

Il capoluogo siciliano pullula di monumenti e di edifici antichi che vanno visti almeno una volta. Ne è un chiaro esempio il Palazzo dei Normanni, sito in Piazza Indipendenza, fu realizzato per ospitare gli emiri arabi prima di essere occupato dai Normanni e dagli spagnoli, per poi diventare la sede dell’Assemblea Regionale Siciliana.

Il Teatro Massimo Vittorio Emanuele e il Museo Archeologico Regionale sono il fiore all’occhiello di una vasta proposta culturale.
Chi mira allo svago, però, potrebbe trovare più interessante il rinnovato mercato di Ballarò, un punto strategico tipico della città, dove poter reperire le principali specialità della tradizione siciliana.

Per chi ama il mare la meta più consigliata è rappresentata dalla spiaggia di Mondello, mentre la riserva naturale dello Zingaro fa al caso degli escursionisti.

Cosa vedere e mangiare a Taormina

Una località che ha ammaliato poeti e scrittoi, finendo col diventare un fulcro del turismo per tutta la Sicilia.

Ecco Taormina, che nonostante il fascino paesaggistico non si fa mancare un patrimonio culturale che ha ben poco da invidiare a quello delle grandi città. Celebre è ad esempio il Teatro Greco, il più grande della regione dopo quello di Siracusa. Per godere invece di una vista mozzafiato sull’Etna, l’ideale è una passeggiata ai giardini della Villa Comunale.

Numerosi sono i piatti tipici del posto, pieni zeppi di riferimenti antichissimi alla tradizione araba, spagnola, francese e normanna che hanno storicamente permeato la zona.
Si va quindi dagli arancini di riso allo stoccafisso, passando per la ‘mpanata di pesce spada.
I dolci di Taormina sono spesso e volentieri conditi con la frutta martorana, ma tra i dessert la specialità indiscussa rimane la classica granita, che ancora oggi viene preparata artigianalmente.

vacanze in sicilia	4.400	€ 0,64	
64
vacanze in sicilia dove andare	320	€ 0,56	
53
vacanze in sicilia dove	260	€ 0,11	
53
vacanze in sicilia con bambini	210	€ 0,48	
55
vacanze in sicilia 2015	170	n/a	
47
vacanze in sicilia last minute	170	€ 1,11	
61
vacanze in sicilia offerte	170	€ 0,86	
70
vacanze in sicilia mare	170	€ 0,74	
60
vacanze in sicilia consigli	170	€ 0,52	
45
vacanze in sicilia villaggi
sicilia vacanze	2.400	€ 0,57	
56
vacanze sicilia	2.400	€ 0,68	
61
offerte villaggio sicilia	1.300	€ 0,45	
58
vacanza in sicilia	1.000	€ 0,62	
54
fine settimana in sicilia	880	€ 0,32	
49
sicilia destinazioni	720	€ 0,09	
32
viaggio in sicilia	720	€ 0,50	
54
vacanza sicilia	590	€ 0,64	
54
offerte vacanze sicilia	590	€ 0,71	
69
tour operator sicilia
tour operator sicilia	590	€ 0,26	
43
alpitour sicilia	390	€ 0,23	
68
promozioni sicilia	390	n/a	
44
dove andare in sicilia	390	€ 1,18	
59
mare in sicilia	390	€ 0,60	
55
viaggi sicilia	320	€ 0,60	
65
vacanze sicilia mare	320	€ 0,73	
60
eden viaggi sicilia	320	€ 0,31	
66
vacanze in sicilia dove andare	320	€ 0,56	
53
viaggi in sicilia

Cosa vedere e mangiare alle Eolie

Lipari, Salina, Alicudi, Filicudi, Panarea, Stromboli e Vulcano: sono 7 le isole che compongono l’arcipelago delle Eolie, ognuna con le sue peculiarità.
Alcune, ad esempio, ricordano più facilmente i centri urbani. Le spiagge più gettonate sembrerebbero essere quelle di Lipari, in particolare la spiaggia di Valle Muria con le sue enormi scogliere scure e quella di Vinci si distingue per la sua acqua cristallina.
L’attenzione verso le bellezze naturali è talmente elevata che vengono impiegati persino gli asini per spostarsi da una parte all’altra.

L’isola più antica tra le sette è Vulcano, che si sarebbe formata un centinaio di migliaia di anni fa e vanta ancora oggi delle caratteristiche spiagge di sabbia nera, dove l’acqua è riscaldata dalle fumarole.

Pernottare alle Eolie, in ogni caso, non è così semplice. Affittare una casa vacanza a Lipari rappresenta forse la soluzione migliore per riuscire ad apprezzare l’arcipelago, dove non esistono molte strutture ricettive per chi viene da fuori.

Anche da queste parti, comunque, la tradizione culinaria è a base di pesce, ma non sono da sottovalutare i dolci tipici come i sesamini e i gigli eoliani.

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *