#Vanlife (vita in un Van), ha raggiunto il picco di popolarità durante il COVID. Perché?
Lo sapevate che...?

#Vanlife (vita in Van), ha raggiunto il picco di popolarità durante il COVID. Perché?

Per un numero crescente di persone, allestire un furgone o una skoolie con un letto e un angolo cottura non è una novità oggigiorno, anzi, diventa a tutti gli effetti un posto da chiamare casa.

Mentre #vanlife è di tendenza su Instagram (7,3 milioni di post) e su YouTube (migliaia di video) da anni , e più recentemente su TikTok (oltre un miliardo di visualizzazioni), Google Trends mostra il termine di ricerca ” van life” come un termine che ha raggiunto il massimo storico il 21 giugno scorso.

Altre parole chiave correlate come” libertà assoluta “,” esplorazione illimitata “e” minimalismo ecologico “sono usati per descrivere questo stile di vita da van lifers, tipicamente nelle didascalie di foto e video che hanno migliaia di Mi piace.

#vanlife   camper van   van camper   camper vans   fiat vans   camper van furgonati   fiat camper van   cos'è un van   vans camper   van campers

Ma le persone perché lo fanno? Davvero preferiscono una casa su ruote ad un appartamento vero? Qual è il pensiero oggi dietro le scelta di comprare un Van?

Una chiacchierata tra amici : discutiamo dei pro e contro della vita in Van

Mentre la maggior parte dei furgoni e degli autobus abitabili per viverci ( i camper andando sul semplice) sono alloggi con servizi igienici, docce e piani cottura integrati, è difficile fare affidamento interamente sul van come prototipo di casa, visto che al contrario dei camper, ha delle “mancanze”.

E inoltre una vita in Van significa anche non poter vivere lontano da risorse esterne come distributori di benzina, negozi di servizi, lavanderie a gettoni, negozi di alimentari e campeggi.

E tra l’altro al tempo del COVID, molte di queste risorse sono chiuse, offrono servizi ridotti o comportano un alto rischio di contagio.
Allo stesso tempo, sembra che questo stile di vita alternativo possa fornire la scappatoia perfetta per “restare a casa” e allo stesso tempo esplorare il mondo.

Molte le coppie su Instagram che hanno scelto questo stile di vita.

Io ad esempio seguo Valeriandalex su Instagram: ovvero Valerie e Alessandro, creators da 166mila followers che ora vivono sulle 4 ruote.

Bisogna dire però, seguendo loro e altri youtubers, che una cosa che accomuna molte persone che scelgono questo stile di vita, cioè una delle costanti quando si vive sulla strada, è l’imprevedibilità.
Anche se si pianifica meticolosamente, le cose vanno spesso male e i piani tendono a cambiare. Forse la pandemia è stata proprio un altro di quegli eventi imprevedibili.

Cosa c’è dietro?

Molti lasciano le loro vite in maniera drastica e definitiva, mentre altri prendono solo un anno sabbatico, ma tendenzialmente abbandonano lavoro – a volte un posto sicuro a tempo indeterminato – e la casa o l’appartamento, vendono tutte le loro cose e partono con un Van.

Quello che è successo nel 2020 , le chiusure legate alla pandemia, hanno complicato i loro viaggi, ma è sembrato che a molti di loro non importasse: visto che i piani cambiano costantemente, perseverare è la base della vita per i vanlifers.

Altro esempio famoso di Vanlife:

Luca, @lucafroehlingsdorf su Instagram, che ha lasciato la casa della sua infanzia a Stoccarda, in Germania, nel maggio dello scorso anno, stava già viaggiando per le Isole Canarie con il suo Van quando il COVID ha colpito, ed è stato costretto dalle restrizioni della polizia ad affittare un appartamento, afferma sui social che: “Non mi era permesso rimanere nel mio furgone” racconta. “Ma mi sono sentito più che al sicuro da solo nel mio furgone di quanto non lo fossi nell’appartamento”.

Anche se svegliarsi con una vista da cartolina diversa ogni giorno e cambiare luogo di continuo è un valore condiviso, la vita in van non è solo panorami instagrammabili.
Non è affatto comodo, manca l’uso del bagno, la doccia regolarmente e la socializzazione.

#vanlife  
camper van  
van camper  
camper vans  
fiat vans  
camper van furgonati  
fiat camper van  
cos'è un van  
vans camper  
van campers

La logistica quotidiana rende la vita del Van meno affascinante di quanto sembri online.
Trovare dove parcheggiare durante la notte, dove trovare acqua potabile e dove scaricare i rifiuti sono tra le “spunte” degli obiettivi giornalieri, e non penso che sia così allettante per molti persone.
Sono le difficoltà tecniche che rendono stressante la vita in van o in camper.

Può essere piuttosto snervante quando accadono cose come problemi al motore o la mancanza di un parcheggio adeguato.

Sebbene la tempistica di queste avventure e l’attuale interesse per lo stile di vita potrebbero comportare rischi e complicazioni per la salute, perchè allora molte persone continuano sempre più a prendere in considerazione questo modo di vivere oggi?

La risposta è:

un van è l’antidoto perfetto per i viaggiatori che sono costretti oggi a rinunciare ai viaggi aerei.

La Vanlife è la combinazione ideale di molti che lavorano da remoto e bramano un po’ di esplorazione all’aperto: è una ricetta perfetta da cercare nella vita su ruote.

E con quella che sembra un sacco di grinta e adattabilità dopo aver imparato ad aggirare la pandemia, questi van lifers sono più impegnati nella vita che mai...e cosa c’è di più gratificante e romantico che svegliarsi ogni mattina davanti ad un panorama diverso?

Ditemi la vostra a riguardo!

#vanlife  
camper van  
van camper  
camper vans  
fiat vans  
camper van furgonati  
fiat camper van  
cos'è un van  
vans camper  
van campers

Leggi anche: Idee per una vacanza estiva d’avanguardia

Se l’articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social e visita anche il profilo Instagram e la pagina Facebook

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *