Abruzzo da scoprire

Abruzzo da scoprire

  • Abruzzo da scoprire

    Pretoro. Road tra i Borghi più Belli D’Italia…in Abruzzo

    Pretoro (Ch). Ci troviamo a 25 minuti da casa, quindi 25 minuti dalla costa. Ma siamo anche, e soprattutto, alle pendici della montagna: l’amata Majella. Destinazione Pretoro allora, in questo road trip domenicale senza allontanarci troppo da casa: un borgo che non arriva a 1000 abitanti.Qui il mondo è rimasto a un’epoca dimenticata nelle grandi città industrializzate, passeggiando per paesini come Pretoro, assapori l’aria di casa dei tuoi nonni: le chiavi sono rigorosamente attaccate alla porta, per dare a chiunque la possibilità di entrare senza bussare, perché non si è ospiti in casa altrui, ma qui sono tutti un’unica grande famiglia. Mio punto di ‘vista‘, alla ‘vista‘ di Pretoro: La…

  • Riserve Naturali

    LE RISERVE NATURALI ABRUZZESI: LA NATURA DELLE TERRE DEI TRABOCCHI

    Riserva Naturale Ripari di Giobbe I Ripari di Giobbe, frazione di Ortona (Ch), è una zona circoscritta sulla costa, a 65 metri sul livello del mare. Immersa in un’area di notevole pregio naturalistico, la falesia rocciosa si confonde, a tratti, nella macchia mediterranea che ricopre la parete collinare a ridosso di una cala nascosta, con la spiaggia di ciottoli bianchi e acqua cristallina, raggiungibile solo a piedi o dal mare. Tutta l’area si è preservata proprio grazie alla notevole inagibilità dei versanti più ripidi. Un ambiente costiero unico nel suo genere, riparato da due promontori che scendono a picco sul mare.  Ripari di Giobbe è anche una frazione del comune di Ortona, con ben,…

  • Abruzzo da scoprire

    Ma perché scegliere l’Abruzzo come meta turistica?

    Almeno 10 Motivi per visitare l’Abruzzo Vi parlo, o meglio scrivo, sempre del mio amato Abruzzo su questo Blog, nato proprio perché adoriamo girare in lungo e in largo il patrimonio culturale delle nostre terre prima di tutto. I suoi cammini, la Costa dei Trabocchi – dove vivo- e i mille eremi che la invadono, i parchi nazionali, il fatto che sia chiamata Giardino Verde D’Europa, ecc.. ecc.. Ma nel dettaglio, quali motivazioni dietro la scelta di fare una vacanza in Abruzzo? Una piccola premessa mi sento di farvela: Fondamentalmente sono queste le domande alle quali cerco di dare una risposta descrivendovi luoghi, paesi, natura della regione dove sono nata e dove…

  • Abruzzo da scoprire

    Vasto, Disclose Magazine e il Ghost Tour abruzzese

    Mi sono imbattuta per caso in www.disclosemagazine.com, sito gestito da Giovanna Colantonio, nato non da molto tempo eppure già strutturato bene, avvincente e innovativo, sito web che fa riferimento alla rivista in formato cartaceo. E’ una vera e propria testata edita dalla Associazione culturale Sbadiglio, dove si organizzano, si raccontano ( anche attraverso immagini), tour, iniziative e attività su Vasto. Parliamo un attimo di Vasto Ridente cittadina della costiera abruzzese, sita a sud della nostra regione, Vasto risalta nel cuore e nella mente di chi la visita per la storicità, per la moltitudine di luoghi d’interesse culturale da conoscere e per una costa, ricca di luoghi unici nel suo genere…

  • Lo sapevate che...?

    Musiche e Canti D’Abruzzo

    L’ Abruzzo è la regione delle musiche e dei canti ( anche se non solo lei). Lo è stata soprattutto in passato ma lo è ancora oggi. D’ altra parte una regione come la nostra che ha dato i natali a fior di musicisti come Zaccaria da Teramo ( sec.XV), Fedele Fanaroli di Lanciano, Derminio Mayo di Vasto, per arrivare al violoncellista Gaetano Braga di Giulianova, all’autore delle famose romanze Francesco Paolo Tosti da Ortona, al padre della musica folk Antonio Di Jorio, non poteva certamente porre una soluzione di continuità alla sua tradizione musicale. Il patrimonio musicale della nostra regione è quanto mai ricco, ma in particolare appare interessante…

  • Lo sapevate che...?

    La Leggenda del Pesce Lucente di Pescara

    Sant‘ Andrea è il protettore dei pescatori, particolarmente venerato dalla comunità dei pescatori di Borgo Marino di Pescara. Ogni anno, l’ultima domenica di luglio, viene organizzata una processione a mare per chiedere al Santo la benedizione e la propiziazione di abbondanti pescate per tutto l’anno. I vecchi marinai di Castellamare Adriatico legano ancora questa caratteristica manifestazione ad un’antica leggenda. Un vecchio e povero pescatore pescarese, tornando a casa una sera dopo una pescata tutt’altro che abbondante, incontrò un uomo che gli consegnò una borsa colma di denari pregandolo di conservarla. L’uomo, tornato a casa, consegnò la borsa alla moglie che però la mattina dopo non la ritrovò nel posto dove…

  • Abruzzo da scoprire

    La cultura non si ferma in Abruzzo

    É possibile visitare i musei in Abruzzo con il corona virus? Si certo! La risposta é questa perché nella mia regione, come nel resto d’Italia, aderendo alla campagna lanciata dal MiBACT #iorestoacasa #laculturanonsiferma da oggi sarà possibile visitare da casa i musei con un virtual tour . Archimetria Group per la Direzione Regionale Musei Abruzzo ha reso disponibile la visita virtuale appunto, per i seguenti musei regionali. Sul sito del Polo Museale dell’Abruzzo www.musei.abruzzo.beniculturali.it – vengono indicate le strutture attrezzate per la visita on line con il relativo link di approfondimento.  Museo Nazionale d’Abruzzo (MuNDA) – L’Aquila Allestito all’interno del Castello Cinquecentesco cittadino fino al sisma del 2009, è attualmente ospitato in via provvisoria nei restaurati spazi dell’ex mattatoio comunale,…

  • Abruzzo da scoprire

    L’Aquila, un esempio di resilienza

    309 morti è stata la conseguenza più dolorosa di quella notte, quel 6 Aprile di 11 anni fa. Poi ci sono stati gli sfollati e le centinaia di famiglie senza lavoro, chi aveva perso i suoi cari oltre che la propria abitazione. Di certo non è paragonabile ad oggi quando, dopo più di dieci anni, la città dell’Aquila si trova di nuovo deserta, a combattere per la vita. Ed è questo forse il nocciolo della questione: questa gloriosa e bellissima città abruzzese (ma soprattutto città italiana) ha sempre lottato per la vita. É per le vite salvate che ha nutrito le speranze di rinascere ed è per l’amore per la…

  • Abruzzo da scoprire

    I focolai d’Abruzzo (parte seconda)

    Castiglione Messer Raimondo, Arsita, Bisenti, Montefino e Castilenti in provincia di Teramo e Penne, Montebello di Bertona, Civitella Casanova, Farindola , Picciano ed Elice in provincia di Pescara, la frazione di Caldari della città di Ortona. Questi sono i paesi colpiti dalle ordinanze, dai decreti: tutta l’Italia è in zona rossa ma queste zone vengono delimitate e sorvegliate, nessuno può uscire o entrare. Vivo in Abruzzo e per dare respiro a questa soffocante situazione, ho creato un articolo che rilegge in forma laconica, essenziale e quasi “mappabile”, questi luoghi oggi sofferenti ma che ritorneranno nel loro splendore agli occhi di chi li visita ed apprezza, meglio di prima, ancora più…

  • Abruzzo da scoprire

    I focolai d’Abruzzo

    Le zone rosse della mia regione (prima parte) Com’è dolce il termine focolaio? Non me ne ero mai davvero resa conta fino ad oggi, oggi che scelgo di usare questa parola anziché zona rossa, perché il focolaio ti fa pensare a qualcosa di positivo, bello, familiare mentre quelle due parole zona e rossa, unite nel vocabolario dei nostri giorni, fanno pensare ad allerta, esclusione, coprifuoco, resistenza. O meglio ancora zona protetta, come le chiama Conte, che a mio avviso non sceglie le parole a caso. No, non direi. Castiglione Messer Raimondo, Arsita, Bisenti, Montefino e Castilenti in provincia di Teramo e Penne, Montebello di Bertona, Civitella Casanova, Farindola , Picciano…