Lago di Como dove dormire?
Travel Magazine

Lago di Como dove dormire?

Visitare il Lago di Como e la città di Como: principali attrazioni, hotel e tour

A soli 48 chilometri a nord della versatile Milano, le frondose sponde del lago e le strade lastricate in pietra di Como sembrano un mondo lontano da una metropoli.
Puoi vedere le sue origini romane nell’ordinato reticolo di strade del suo centro storico e nei resti della porta romana, Porta Pretoria . È più evidente nella Como medievale fortificata, un raro esempio di fortificazioni romaniche, con l’imponente Porta Torre in Piazza Vittoria.

Se il tuo gusto va però su qualcosa di più moderno, Como è stata una fucina di architetti razionalisti, che hanno gettato le basi del Modernismo.
L’edificio manifesto di questo movimento è la Casa del Fascio di Como , progettata all’inizio degli anni Trenta da Giuseppe Terragni.

Como è facile da girare a piedi e le sue attrazioni turistiche sono a pochi passi dalla stazione ferroviaria e dall’imbarcadero, così ruota attorno al suo lungolago e all’adiacente Piazza Cavour , da cui si può seguire la breve Via Plinio fino a Piazza del Duomo .

Passeggiando davanti ai negozi, non puoi fare a meno di notare l’abbondanza di seta; Como ha una lunga storia come centro della produzione della seta in Italia, quindi è un buon posto per fare shopping. Visitando il porto, noterai quanto sono bellissimi i giardini di Villa Olmo a ovest e la funicolare per Brunate a est, due delle cose più popolari da fare a Como.

In fondo all’articolo suggerimenti anche su Dove dormire a Como

Nota: alcune attività potrebbero essere temporaneamente chiuse a causa di recenti problemi di Covid e sicurezza globali.

Como cosa vedere: principali attrazioni

  1. Duomo

    La facciata del XIV secolo della cattedrale di Como, che occupa quasi un lato di Piazza Duomo, è in puro stile gotico, un volto in marmo evidenziato da dettagliate sculture in pietra e statue attorno a un rosone, bordato da delicati pinnacoli scolpiti. (Stranamente, invece dei santi attesi, le statue ai lati della porta principale sono di Plinio il Vecchio e il Giovane, residenti romani del lago che erano tutt’altro che amichevoli con i primi cristiani.)
    Ma solo quando entri capirai perché questa chiesa è salutata come il miglior esempio italiano della transizione del XIV secolo dallo stile gotico a quello rinascimentale. La pittura policroma e la doratura sugli altari laterali “aggiornano” l’aspetto più antico del rosone e dell’altare maggiore profondamente scolpito, ma il mix è armonioso. Se sei energico, sali sulla cupola del XVIII secolo.
  1. Museo Civico

    Vicino alla cattedrale, due palazzi adiacenti ospitano i musei di archeologia e storia. Il Museo Archeologico è ricco di un’eccezionale collezione di manufatti neolitici e romani rinvenuti negli scavi locali, che offrono scorci sulla vita dei primi abitanti umani e dei romani che in seguito si stabilirono qui.
    Il Museo Storico Giuseppe Garibaldi ospita la decisiva battaglia del Risorgiamento (quando l’Italia ottenne la liberazione dall’Austria) svoltasi sulle colline che sovrastano Como. L’ex palazzo comprende stanze d’epoca arredate e mostre che mostrano tradizioni e storia locali. Particolarmente raffinata e ben esposta è la collezione di pizzi fatti a mano.

Indirizzo: Piazza Medaglie d’Oro 1, Como

  1. Basilica di Sant’Abbondio

    Vale la pena fare una passeggiata dal centro per vedere questo eccezionale esempio di basilica dei primi dell’XI secolo costruita in stile romanico lombardo.
    L’interno alto e stretto sembra più simile alle prime basiliche cristiane ed è decorato con cicli di affreschi gotici del XIII secolo, in condizioni abbastanza buone.
    La chiesa è opera dei maestri scalpellini dell’XI secolo rispettati in tutta l’Europa medievale come i Maestri Comacini , i Maestri di Como. Puoi vedere la maggior parte delle loro intricate sculture in pietra dall’esterno di Sant’Abbondio nel Museo Civico, dove è stato portato per proteggerlo dalle intemperie e dai danni ambientali.

Indirizzo: Via Regina 35, Como

  1. Brunate – Funicolare per Brunate

    Una funicolare dall’estremità orientale del lungolago salva la ripida salita fino all’insediamento a terrazza di Brunate, quasi direttamente sopra Como. I panorami abbracciano la città e il lago meridionale, sostenuti da montagne. Salite più in alto per raggiungere una terrazza (con una comoda caffetteria) che guarda a nord, attraverso un diverso panorama di vista sul lago e sulle montagne.
    Un altro monumento al figlio nativo Alessandro Volta, il faro di Volta , si trova in cima a una collina e quando è aperto puoi salire in cima per panorami ancora più ampi. Una salita di due ore da Brunate porta alla vetta del Monte Boletto .
  1. Tempio Voltiano (Museo Alessandro Volta)

    L’importante edificio neoclassico bianco sul lago è il Tempio Voltiano, un museo che commemora Alessandro Volta , il residente locale il cui nome è dato al volt elettrico.
    La sua invenzione della batteria elettrica nel 1800 creò la prima fonte di corrente elettrica continua. Costruito nel 1927 per commemorare il centenario della morte di Volta, il museo contiene le attrezzature utilizzate nelle sue ricerche.
    Vicino al tempio si trova il bellissimo e commovente monumento che commemora le vittime della seconda guerra mondiale e il movimento di resistenza. Creato dallo scultore milanese Gianni Colombo, incorpora pietre dei campi di concentramento nazisti e iscrizioni di citazioni di coloro che furono vittime dei nazisti.

Alla scoperta delle città e delle ville del Lago di Como

Lo stretto e simile a un fiordo Lago di Como, è lungo 50 chilometri e ha la forma di una Y rovesciata. Ma c’è poco interesse nel braccio sud-orientale e un traghetto trasporta comodamente le auto dalla sponda orientale a Bellagio , la città più bella del lago, situata nel punto della penisola dove convergono le braccia.

Como non è estranea ai turisti, essendo stata una delle preferite dei romani di alto livello, le cui ville erano antecedenti a quelle dei reali, e delle star di Hollywood che l’hanno favorita più di recente.
Il lago tra le sue rive scoscese e boscose è abbastanza bello, ma su entrambi i lati si ergono montagne e, a nord, le Alpi, rendendo i panorami ancora migliori.

Puoi visitare il lago in un’escursione di un giorno per il paesaggio, con una o due soste in città. Oppure, se hai un po’ più di tempo, puoi vedere le principali attrazioni intorno al lago salendo e scendendo dalle frequenti barche e traghetti.
Per un tour a tuo piacimento e secondo i tuoi programmi, prenditi due o tre giorni e percorri il perimetro di 249 chilometri, attraversando il traghetto tra Varenna e Bellagio.

Viaggi in barca? Traghetto sul Lago di Como

Servizi regolari di battelli collegano la maggior parte delle città dall’inizio della primavera fino all’autunno, ma non tutte le rotte si fermano nelle città più piccole.
I frequenti traghetti (auto e passeggeri) che attraversano il lago rendono facile arrivare da Menaggio o Tremezzo , sulla sponda occidentale, a Bellagio e
. Questi sono tra i posti migliori da visitare sul Lago di Como.

Prima di partire in barca, controlla attentamente gli orari della giornata, così saprai quando torna l’ultimo e da quale città.
Il servizio di aliscafo estivo è veloce, ma non aspettarti di vedere nulla lungo il percorso.

Cernobbio

La sontuosa Villa d’Este , costruita per una regina inglese e ora un hotel di lusso, stabilisce uno standard elevato per le ville sul lago, con giardini terrazzati che si arrampicano sulla ripida collina alle sue spalle. Il resto della città non è così grandioso, ma ha una bella aria di vacanza, alcuni negozi chic (cerca soprattutto le sete di Como) e diverse ville in stile Liberty.

Cernobbio è il punto di partenza per una strada stretta e tortuosa sul Monte Bisbino di 1.310 metri fino a una chiesa di pellegrinaggio e viste panoramiche.

lago di como cosa vedere  lago di como hotel  lago di como immagini  lago di como cosa visitare  lake como  lago como mete lago di como  forma il lago di como  como lago  isola nel lario

Villa Balbianello

Sulla sponda del lago sotto il ripido Monte Crocione, Lenno è meglio conosciuta per la villa e i giardini che ricoprono Punta di Balbianello , una lunga penisola che si curva nel lago.
La villa barocca, costruita per un cardinale del XVIII secolo, è circondata da giardini terrazzati, dove la vista del lago è incorniciata da colonne e balaustre.

Il modo migliore per arrivarci è in battello da Lenno, oppure in certi giorni si può percorrere a piedi il sentiero che porta alla villa. Puoi vedere l’interno, ma solo durante i tour guidati di un’ora, che riempiono rapidamente le stagioni turistiche frenetiche.
Il punto forte è il giardino, quindi non essere troppo deluso se perdi un tour della casa.

Indirizzo: Via Comoedia 5, Lenno

Villa Carlotta

Nel punto più mite del Lago di Como, la Riviera Tremezzina, il fogliame rimane verde per tutto l’inverno, quindi non c’è da meravigliarsi che uno dei giardini più famosi d’Italia sia qui.
Sebbene il palazzo del XVIII secolo di Villa Carlotta sia pieno di sculture e dipinti, la maggior parte dei turisti viene a vedere la sua favolosa collina di giardini.

Al loro meglio a maggio, quando le camelie e gli argini alti 12 metri di rododendri ammassati sono in fiore, i giardini si riempiono di fiori colorati per tutta la stagione.

Immerso nei suoi splendidi giardini che si innalzano sul fianco della collina attraverso boschetti di alberi rari fino a un belvedere panoramico, il vicino lussuoso Grand Hotel Tremezzo ha una vista incomparabile sul lago e sulle montagne.

Abbazia di Piona

Il monastero cluniacense di Piona del XIII secolo circonda la chiesa di San Nicola dell’XI secolo e il suo bellissimo chiostro romanico.
Questo piccolo recinto è circondato da colonne delicate e aggraziate, ciascuna con un diverso capitello in pietra scolpito con motivi che includono piante e animali.

Le pareti del chiostro sono ricoperte da affreschi del XIV e XV secolo. In un negozio vicino al cancello, i monaci cistercensi vendono lozioni alle erbe, miele e caramelle a base di prodotti dei giardini dell’abbazia.

Indirizzo: Via Abbazia di Piona 57, Colico

Villa Monastero

Una lunga rampa di scale in pietra conduce ai giardini terrazzati di Villa Monastero. I letti formali di piante autoctone ed esotiche che si estendono lungo la riva hanno la loro parte di statue, colonnati e templi in miniatura, ma con un’aria rilassata e senza fronzoli.

La villa è ora un centro congressi, aperto per visite quando non è in uso. I giardini sono una breve passeggiata a sud della città (dove dovresti parcheggiare, se guidi), un affascinante gruppo di case color pastello lungo strade ripide. Cerca la chiesa parrocchiale, con un gigantesco affresco di San Cristoforo sulla facciata.

Indirizzo: Viale Giovanni Polvani, Varenna

Lettura consigliata: Cosa vedere in Lombardia: 13 gite di un giorno da Milano

Bellagio

Non c’è dubbio che Bellagio sappia che è la città più bella del lago, con la sua posizione sul punto lungo dove si incontrano i tre bracci del lago. Non importa da che parte guardi, i panorami sono superbi e di solito incorniciati da giardini o edifici ben curati.

Negozi costosi fiancheggiano le sue poche strade, una delle quali è una lunga rampa di scale in pietra che collega la città alta con l’imbarcadero. Due giardini, uno che si estende lungo il lago e l’altro in alto sopra la città, sono le principali attrazioni turistiche, a parte la città da cartolina stessa.

L’elegante Grand Hotel Villa Serbelloni si trova sulla punta della penisola, con vista sul lago e sulle montagne.

Villa Serbelloni

In alto sopra la città, i giardini terrazzati sono distribuiti intorno alla storica Villa Serbelloni, chiaramente costruita per massimizzare la vista del Lago di Como e delle Alpi oltre. Il fiore all’occhiello dei giardini, accuratamente progettati secondo lo stile italiano del XIX secolo, sono i roseti circondati da siepi di bosso.

La villa non è aperta al pubblico, ma il parco è aperto per visite guidate di 90 minuti (tranne in caso di maltempo), che è necessario prenotare presso l’ufficio Promo Bellagio in Piazza San Giacomo.

Indirizzo: Piazza della Chiesa 14, Bellagio

Villa Melzi

Mentre il piroscafo si avvicina a Bellagio, vedrai una striscia di verde che costeggia la riva. Questi sono i giardini di Villa Melzi d’Eril e un luogo preferito per passeggiare. Le terrazze e i giardini perfettamente curati che circondano la villa sono tutti originali del loro design dei primi del 1800 per incorniciare le viste sul lago con cipressi e statue.

I punti salienti sono il giardino acquatico, un padiglione neo-moresco e l’Orangerie. Sebbene la villa neoclassica non sia aperta al pubblico, ci sono spesso mostre d’arte che cambiano nell’Orangerie.

Indirizzo: Lungo Lario Manzoni, Bellagio

Villa Balbianello

Dove dormire a Como per visite turistiche

Con la maggior parte delle sue attrazioni vicino alla riva dove partono i battelli per i tour del lago, Como è compatta e facile da visitare.
Gli hotel di tutte le fasce di prezzo si trovano a pochi minuti a piedi dal lago, dalle stazioni ferroviarie e dalle attrazioni turistiche. Eccotene alcune hotel altamente qualificati a Como:

Hotel di lusso :

  • Affacciato sul lago di fronte a Piazza Cavour e circondato da ristoranti e negozi, l’ Hotel Barchetta Excelsior dispone di camere spaziose, con vista sul lago e include la prima colazione.
  • Le camere recentemente ristrutturate del Palace Hotel si affacciano sul lago vicino all’imbarcadero e alla stazione ferroviaria di Milano; la colazione è inclusa.
  • Anche adiacente alla stazione di Milano e allo sbarco dei piroscafi, l’ Albergo Terminus Hotel presenta un’eleganza d’altri tempi nelle sue aree comuni e camere moderne e moderne, alcune con balcone affacciato sul lago e sulle montagne.

Hotel di media categoria:

  • A due minuti a piedi dalla stazione ferroviaria principale e vicino al lago, il Borgo Antico Hotel offre una colazione continentale gratuita e camere moderne con dettagli curati.
  • I balconi delle camere eleganti e moderne del Posta Design Hotel si affacciano su una piazza trafficata nel cuore della città, vicino al lago e alla cattedrale, ma le camere ai piani inferiori possono essere rumorose.
  • Appena fuori dal lago, vicino alla funicolare per Brunate, l’ Hotel Quarcino dispone di parcheggio gratuito, è vicino a ristoranti e facilmente raggiungibile a piedi dal Duomo. Alcune camere sono dotate di balcone con vista sulle montagne.

Hotel economici:

  • A circa 10 minuti dal molo dei battelli ma a cinque minuti a piedi dalla stazione principale, l’ Hotel Engadina a conduzione familiare dispone di camere semplici con parcheggio gratuito e colazione continentale inclusa.
  • In una palazzina appena ristrutturata vicino alla stazione dei treni ea pochi passi dal lago e dal centro storico, l’ Hotel Borgovico dispone di 13 confortevoli camere, alcune con travi a vista e muri in pietra.
  • Direttamente sul lungolago vicino all’imbarcadero dei piroscafi, il Bed & Breakfast In Riva al Lago dispone di camere singole, doppie e family, alcune con bagno in comune.
lago di como cosa vedere  lago di como hotel  lago di como immagini  lago di como cosa visitare  lake como  lago como mete lago di como  forma il lago di como  como lago  isola nel lario

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *